domenica 25 agosto 2013

Fiori e carote: così ti disarmo le gang di Chicago


Angela e Sam Taylor sono una famiglia come tante. Nel 2004 si trasferiscono in una nuova casa a Fulton Street, Chicago, in una delle aree più violente della città: omicidi, reati associati alla droga, piccoli o grandi crimini come unico panorama per molti ragazzini nati da quelle parti. Nella nuova casa c’è un giardino, che all’inizio nessuno degna di molta attenzione. Poi Angela inizia a sistemarlo. Prende lezioni di giardinaggio e, seme dopo seme, piantina dopo piantina, il risultato è un magnifico giardino (nelle foto). O meglio: magnifico è l’effetto di quel giardino sul quartiere. Le persone cominciano a fermarsi, a parlarne, a voler partecipare. Angela è «la vicina che ha quel bel giardino!» e quello spazio rappresenta sempre più una visione del mondo: al posto delle squallide aree dove i ragazzini vendono e comprano droga, si può guardare a un luogo in cui crescono fiori, frutta e ortaggi.

La Lettura, domenica 25 agosto 2013.