venerdì 26 agosto 2011

Episodes


Beverly e Sean Lincoln sono due sceneggiatori inglesi di successo.
Durante la consegna del BAFTA Award, prestigioso premio britannico, sono avvicinati da Merc Lepidus, presidente di un network statunitense. Il loro show, Lyman’s Boys, è al quarto anno di programmazione e in Gran Bretagna è molto amato.
Merc sembra essere tra i più entusiasti ammiratori. Preceduta da moine e complimenti, ecco che arriva a Bev e a Sean la proposta di una versione americana. Un po’ come The Office - ma niente sceneggiatori americani, chiarisce Merc. Lo show è talmente bello che non lo si può rovinare. Merc vuole teste inglesi. Dopo un po’ di indecisione i due decidono di accettare e volano a Los Angeles.
I sintomi del disastro ci sono fin dall’inizio, quando Bev e Sean vengono sistemati in una villona in cui hanno da poco finito di girare un ennesimo reality con 12 supermodelle - il bagno odora di vomito e le colonne sono di polistirolo - e il guardiano non li riconosce mai all’ingresso. E poi Bev e Sean non ci mettono molto a scoprire che Merc - pur avendoli fatti venire fin lì - non è affatto affidabile, non ha mai visto il loro show, vuole stravolgerlo completamente e, soprattutto, è un tipo che è meglio non inimicarsi. E poi scoprono anche che il protagonista della versione inglese, Julian Bullard, deve fare un provino e se Merc gradirà... Insomma non era tutto stabilito nella pietra, come i due sceneggiatori avevano creduto. La produzione, poi, ha in serbo una proposta irresistibile. Chi sarà il protagonista della versione californiana della serie? Matt Le Blanc!, il protagonista di Friends. Ma come, non lo conoscete? Non siete entusiasti? E questo è solo l’inizio di una disavventura annunciata e del terremoto che investirà le vite di Beverly e Sean. Un incubo costruito magistralmente dagli autori, che mischiano la sfavillante Hollywood a una composta Londra, giocando con i luoghi comuni e la diversità dei mondi. Il produttore cialtrone, la vecchia gloria che vuole un nuovo successo, l’attrice svampita, i party deliranti: ogni dettaglio sembra fatto apposta per rendere impossibile la realizzazione dello show e l’esistenza di Bev e Sean... Un incubo molto divertente per chi guarda, andato in onda lo scorso anno in sette puntate da 30’ ciascuna su Showtime.

In Cult TV, Il Mucchio Selvaggio, settembre 2011.