domenica 24 dicembre 2006

Gli “altri cristiani” si oppongono al Vaticano


Il divieto del Vicariato ha suscitato qualche voce fuori dal coro.
La Chiesa Ortodossa in Italia ha espresso il proprio cordoglio per la morte di Welby, e ha assicurato le preghiere dei cristiani ortodossi per la sua anima. C’è di più: “la Chiesa Ortodossa in Italia condanna altresì come contraria alla carità cristiana la decisione del Vicariato di Roma di negare le esequie religiose a Piergiorgio Welby e manifesta la propria disponibilità a benedire il suo corpo ed officiare i funerali cristiani, se la famiglia lo richiederà”.
Maria Bonafede, pastore e moderatore della Tavola Valdese, ha dichiarato: “desidero offrire al funerale di P. Welbi, se gradito dai parenti, un messaggio cristiano, una lettura biblica ed una breve predicazione. Ero alla veglia in Campidoglio e credo che Piergiorgio Welby sia accolto con amore da Dio”.
La scelta di celebrare i funerali di Welby davanti alla porta chiusa della Chiesa di Don Bosco è stata dettata dalla volontà di offrire l’ultimo saluto nel quartiere dove Piero è vissuto.

Domenica 24 dicembre ore 10,30, piazza San Giovanni Bosco.

(E Polis, 24 dicembre 2006)