sabato 16 marzo 2002

Effetto placebo, è solo suggestione

Vorrei molto che la mia scoperta fosse di ordine fisico.
Qualsiasi spiegazione si dia della luce,
ciò non le impedisce di rischiarare,
perché essa non dipende in nulla dai fisici.
La mia scoperta, ahimé dipende dagli ostetrici!
È tutto dire...

Louis-Ferdinand Céline, Il Dottor Semmelweis

Riassunto
Nel 1955 Beecher pubblicò un articolo intitolato The Powerful Placebo, ormai un classico nella letteratura sul placebo. Egli sostenne che in 15 esperimenti con diverse patologie il 35% di 1082 paziente provarono giovamento in seguito al solo placebo. Recentemente l’articolo di Beecher è stato rianalizzato con sorprendenti risultati: in opposizione alla sua affermazione, non è stata trovata alcuna evidenza di effetto placebo nelle ricerche citate da Beecher. Il presunto effetto placebo è in realtà un effetto di molteplici altri fattori, quali miglioramento spontaneo, fluttuazione sintomatica etc. Questa la tesi dell’articolo di Kienle e Kiene: l’effetto placebo è soltanto fiction. Il nostro scopo è di analizzare le argomentazioni offerte dai due Autori tedeschi mettendone in luce gli errori e le contraddizioni, e di affermare che l’inesistenza dell’effetto placebo non è stata affatto dimostrata.

(Rivista di Psichiatria, 2002, 37, 6).
Qui il pdf.